a posteriori

Cent’anni di solitudine spiegato dal genitore si traduceva nella descrizione di due personaggi che, a posteriori, mi rendo conto fossero per lui i personaggi chiave. Diceva devi leggere Cent’anni di solitudine, ci sono Melquiades (che lui, ovviamente, pronunciava Melkuiàdés) che porta il ghiaccio, e Ursula, “che non può permettersi di morire perché deve occuparsi di tutti”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: