una nobile causa

L’altro giorno, cioè ieri, ho postato un elemento vintage tratto da Inbassoadestra. Confrontando le chiavi di ricerca di allora con quelle di adesso ho poi constatato come l’interesse delle persone mediamente si sia spostato dalle creste punk e il Turkmenistan a “come uccidere una gallina”/”come uccidere un pollo”.

Ritenendo che questo sia un chiaro sintomo della crisi e del ritorno alla vita agreste faccio presente che io di mio, la crisi ho recentemente pensato di affrontarla lasciando un lavoro sicuro e re-incrementando le ore trascorse davanti ad uno o più schermi.

Chi a questo punto è portato a pensare che si tratti di un comportamento privo di logica dovrà convenire che è poco logico anche cercare di rianimare un blog laddove i blog evocano oramai paesaggi cimiteriali.

Tutto questo solo per dire che il blog ha anche una pagina facebook ( QUESTA ) e che sarebbe davvero carino da parte vostra farvi molestare anche lì apponendo un mi-piace .

 

 

2 commenti
  1. Michele (dei computer) ha detto:

    Non ho capito un cazzo (cosa che succede spesso, peraltro) ma mi fa piacere che tu sia tornata. Grazie.

  2. grazie a te della pazienza, con l’età speravo di diventare più didascalica.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: