stazionari

Non ne sono sicura, ma credo sia a occhio e croce da un paio di mesi. Da un paio di mesi sul piazzale della stazione di Venezia ci sono accampati gli ex lavoratori delle cuccette notturne, c’è una tenda igloo, due pupazzi impiccati al lampione, uno striscione, i turisti che perlopiù buttano un occhio e non capiscono una fava. A Carnevale sono rimasti lì, immoti, in mezzo ai tavolini dei ragazzi che pitturano la faccia dei turisti di cui sopra [e alla di loro ulteriore dimostrazione del non capire una fava smazzando cinque euro per metà faccia pittata/ dieci intiera (che comunque buon per i ragazzi – che comunque anche lì c’è crisi- vabè) ].

Comunque non che c’entri col resto, ma ieri dentro alla stazione c’era tutta una nuvola di fumo verde anche abbastanza soffocante che non si capiva da dove veniva, allora ho chiesto a un ferroviere in pausa sigaretta scusi, ma questo fumo cos’è, e lui mi ha detto non sono stato io.

Annunci
1 commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: