spingitori di gechi

Qua in casa accadono delle cose che hanno a che fare col mondo animale, tipo che dalle finestre planano in soggiorno uccellini arroganti che poi zampettano in giro e ti guardano come a dire e tu chi cazzo sei. E che c’è un geco che vive negli angoli della cucina e ama molto il secchio del mocho. Essendo che è piccolissimo e assai grazioso [per dire, è nero e giallino e ha tutte delle fantasie tipo vaso etrusco] dicevo, essendo che è piccolo e assai grazioso ci teniamo abbastanza alla sua sopravvivenza. Quindi se làffuori c’è qualche esperto di gechi nani che mi sa dire se vanno in letargo, cosa mangiano, quanto crescono, quanto vivono, e se come predatore naturale oltre all’aspirapolvere hanno anche gli uccellini arroganti, è pregato di farsi avanti.

Annunci
5 commenti
  1. Bruno Carmelo Barchitta ha detto:

    Il geco è un animale molto intelligente, lo si intuisce dal nome. Infatti se si fosse chiamato oceg, solo per il fatto di non doverlo pronunciare nessuno si sarebbe interessato a lui.
    Come predatori naturali ha il cavallo stentoreo del Gekistan e il nibbio barbuto delle Ande. Infatti sulle Ande i gechi sono pochissimi e molto guardinghi.
    Il geco nano è una evoluzione del geco più grandino, si è autonanificato per sfuggire ai predatori, sperando di essere meno visibile. Purtroppo il suo essere vittima della moda, lo conduce a vestirsi quasi sempre con colori sgargianti e quindi a rendere vana la nanificazione.

    • e quindi finché non compaiono cavalli in soggiorno dovrei star tranquilla..

      • Bruno Carmelo Barchitta ha detto:

        Si, beh… comunque poni attenzione al cielo. Alcuni sciocchi importatori illegali di esemplari di nibbio barbuto li hanno rilasciati in numero di circa mille mila. L’unico modo di allontanare questi fieri rapaci è quello di convincere un barbiere ad aprire una bottega sotto casa. Il nibbio barbuto delle ande, alla sola vista della bottega si schianta dai dubbi ed entra in meditazione volatoria. Quando il nibbio barbuto entra in meditazione volatoria intraprende un viaggio apparentemente senza meta e si dimentica tosto del luogo in cui è stato.
        Alcuni allevatori di gechi nani sostengono che basti la foto di un barbiere appesa al muro.

  2. Norman ha detto:

    io e lo zar abbiamo fatto uscire Drago dal secchio del mocio prima che lo ritrovassimo impagliato. lui (il drago) non ne sembrava contento e si è diretto scodinzolando in modo arrogante verso l’altro secchio del mocio.

  3. Norman ha detto:

    è successo che dopo tre anni che il geco viveva in quella casa siamo arrivati noi ed ora è seppellito nella fioraia del balcone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: