workinprogress

Ho fatto gli anni, mi hanno fatto dei regali, tipo tre piante carnivore, una sveglia rubata e la foto di un palazzo in costruzione.

Chi non segue questo posto dalla genesi presumibilmente non sa che intanto che stavo sul serio, inbassoadestra, avevo una camera con una finestra, dentro la camera c’erano due kazache e fuori la finestra un palazzo in costruzione. A giungo duemilaedieci era fermo al sesto piano e aveva infranto il nostro sogno di vederne il tetto. Adesso è intanto passato un altro anno e  a contarli direi che siamo all’ottavo piano russo, nel senso che in Russia il pianoterra è il primopiano. Dovrebbe mancarne uno. Che a volte a fare le cose ci si mette un attimo più del previsto. E tutto sommato non è neanche poi tanto vero che la speculazione edilizia ti rovina le metafore.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: