grand hotel kazan’

Per motivi tecnici e pigrici, il computerino piccolo con dentro tutte le foto di Astrachan e della Russia è rimasto spento per un sacco di tempo, tipo per mesi. Poi tutto si è sistemato e l’ho riacceso, mi ci sono persa ore a riguardare cose, tipo del ritorno a casa lungo, col treno fino a Mosca prima del volo per l’Italia, o la Francia, a seconda. Ci siamo fermate a Kazan’, la capitale del Tatarstan, la Repubblica dei tatari, la Russia musulmana non caucasica con gli occhi a mandorla più degli slavi e meno dei kazachi, usbechi etc…

Ma più che altro c’erano le foto del Grand Hotel Kazan’. Un gigante abbandonato a sé stesso da chissà quanto, parzialmente crollato, senza soffitti, le finestre sfondate, una delle cose più belle che abbia visto in Russia, e un po’ anche in generale.

Il dramma è la macchinetta fotografica inadeguata, la fotografa inadeguata, e che non lo saprò descrivere quanto era grande, e cadente, e spettrale. In attività doveva essere incredibile. Era una giornata col cielo bianco, coi teli verdi di un restauro inesistente che ondeggiavano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: