just give me some candy before i go

L’altro giorno ero lì spiaggiata col cuginato che facevo scoperte interessanti, tipo che perdersi in chiacchiere nella posa di Paolina Borghese, al mare, è la scelta sbagliata. A meno che tu non voglia un convincente travestimento da Twoface entro il crepuscolo.

Oltre al principio di ustione c’era lì che trottolava in giro anche il minicugi treenne. Il minicugi treenne è una robetta tutta nera col capello biondo e l’occhio azzurro che per il futuro, tra le altre cose,  promette moquette di cuori spezzati. Nel frattempo se ne sta là con le palette a farsi gli affari suoi, giustamente.

Allora arriva questa bambina riccetta a sua volta treenne tutta compita che saluta e chiede se per favore può vedere, dico vedere eh, mica giocare, gli squali a pois di gomma. Il minicugi c’è da dire che già quando l’aveva vista a cento chilometri di distanza aveva iniziato a raccogliere i suoi beni creandosi una montagna di plasticosità che gli svettava da dietro la schiena. Quindi con uno sforzo sovrumano prende un pupazzetto, glielo mostra, e spazientito le fa hai visto? prima di farlo riscomparire nel fortino.

Che traparentesi, io lo capisco eh, ero para para. Anche perché a meno di non essere una bambina odiosa e invadente di nome Pollyanna, solidarietà ed equa distribuzione magari son cose che ci pensi un attimo dopo, i tre anni, magari anche con scarsi risultati.

Comunque sta di fatto che la bambina riccetta lo ringrazia pure, e un po’ dispiaciuta se ne va. E il minicugi la richiama, e poi la manda a quel paese. E la richiama, e poi la manda a quel paese. E la mamma del minicugi gli dice non si fa, perché la mandi via? Perché non mi piace. E se non ti piace perché la richiami? Silenzio e occhi sui giochi. Minicugi dai è già la terza volta, se non ti piace non la chiami più e te ne stai qua coi giochi tuoi, va bene? Va bene.

Poi alla fine la bambina riccetta si stava vestendo per andare a casa, il minicugi l’ha richiamata, e le ha fatto una pernacchia.

 

 

Annunci
2 commenti
  1. uomo della montagna ha detto:

    e’ un grande amore.
    mi ricorda la vignetta di calvin e hobbes dove calvin, dopo uno scambio di insulti con la bambina che gli piace, esclama felice:
    “stiamo flirtando in modo vegognoso”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: