domani?

 
ieri

Allora prima sono andata a recuperare le chiavi del block502 che avevo dimenticato in biblioteca, che mi servivano anche per recuperare i presenti per il Piccolo Turkmenistan che avevo dimenticato in camera, che li ho presi a Mosca, da cui sono tornata nonostante avessi dimenticato passaportobigliettoregistrazionetutto al di la’ del metalcoso del gate, cui peraltro giunsi in ritardo dopo aver dimenticato il cavo del computer a casa dei miei ospiti. Ci avevo voglia, di tornare a casa.

Sta tutto bene comunque. Poi, dopo una settimana di sole bellissimo e azzurro inattaccabile, uno dice, torno pergiunta ad Astrachan, a sud, nel meridione che tutti si bulleggiano che si’, Mosca sara’ Mosca, ma noi ci abbiamo il tempo bello.

Inforcando il cappotto per la prima volta in otto giorni, sotto la pioggia, sopra il fangoassassino, a uno gli viene da pensarci che a volte, colui che amiamo nominare invano, e’ didascalico da far schifo.

oggi

Annunci
2 commenti
  1. jò ha detto:

    in tutto ciò la cosa più angosciante è che tu abbia definito Astrakhan “casa”. pensaci.

  2. e’ tempo di cambio di residenza, o di fuga rocambolesca in messico prima che sia troppo tardi..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: