con la differenza che i tredicenni segaioli non mi disgustano

Oggi è lunedì, ma facciamo che era sabato e che io ero fuori dal Cremlino.

Qua, fuori dal Cremlino, fa caldo. Il pilota stamattina, che era sabato mattina, aveva detto tempo buono meno due gradi. Restando serio.

E invece il pilota aveva ragione, c’è il sole a picco, e ho caldo, e qualcuno gira in maniche corte, e c’è la Piazza Rossa a due passi, e il mondo è complessivamente perfetto.

Allora oggi è lunedì, ma diciamo che è sabato e che sono là di fianco al Cremlino, col sole a picco e la Lonely Planet.

La Lonely Planet mi dice che da qualche parte lì vicinissimo c’è Oxotny Ryad, un super mega centro commerciale sotterraneo. Io li odio, i centri commerciali. Non è per fare quella contro, è che proprio mi ci sento male.

Però dentro ci sono gli internet caffè, ed è vicinissimo. Basta capire vicino dove e piantarla di rigirare la cartina pensando che dieci anni di scout non sono serviti a una beata mazza.

Leggo: “Si tratta di una struttura sotterranea il cui tetto, caratterizzato da semisfere trasparenti, affiora in superficie. La copertura è stata abbellita da aiuole, fontane e sculture.”

E rido tantissimo, ah-ah-ah, la pacchianata, le semisfere trasparenti addobbate, oh-oh-oh, tipo queste no, queste qua in cima agli scalini, quelli su cui sono seduta da un’ora. Tipo. Quelle.

Comunque, io mi voglio malissimo. Ed è per questo che, anche se sono in gita, vado a leggermi nell’internet le cose che succedono a casa. E allora ho letto questo, che per chi non ha voglia di cliccare, è una cosa che dice che Repubblica e il Corriere hanno sbattuto nero su bianco una notizia non verificata sul potenziale avvento di donne kamikaze con le tette esplosive.

Partendo dalla mia guesthouse, per arrivare qua dove sono seduta ora, ai piedi delle mezze sfere pacchiane, una cosa che devi fare è passare per Lubjianka. E’ tutto lindo e pinto come se niente fosse mai successo, ci sono solo tanti garofani rossi e qualche foto, in verità, troppo macabra. E le persone che si fermano e poi ripartono più veloci di prima, con gli occhiali da sole, anche se stanno sottoterra.

Annunci
1 commento
  1. Anna ha detto:

    povera madre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: