l’invidia delle nonne

Martedì non è che avessi tutta sta voglia di andare all’uni, vabè, a scuola. Più che altro perché eravamo rientrate da KizZloVvOz alle cinque de la mañana e c’era lezione alle novemmezza.

Difatti, quando mi hanno messo sul banco un cane di plastica in una busta con motivo floreale, ho pensato, sto dormendo, oppure sono in coma farmacologico. E invece era solo che qua ci tengono proprio a questa cosa della festa della donna, che è pure giorno festivo.

Quindi ora, La Mensola del Rococò, nel nome dell’ottomarzo e grazie alla solerzia del nipotado eurasiatico, ha un amico in più.

La Mensola del Rococò, la mia nonna di su che non buttava via niente, me l’avrebbe invidiata un sacco. Anche la mia nonna di giù che buttava via tutto, me l’avrebbe invidiata un sacco, che poi sai quanto ci divertivamo, a Capodanno.

e che qua non si vede la mano di brillantini dorati tra le scanalature della carta da parati

Annunci
2 commenti
  1. confidavo nel tuo apprezzamento..il mio preferito e’ il minipiatto col minipiedistallo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: