den’ zaščitnika otečestva _ il contraddittorio dell’ottomarzo

Ieri e oggi niente lezione. Oggi è Il Giorno dei Difensori della Patria, che lo chiamano anche Festa degli Uomini.

Tale ricorrenza nasce nel 1918, in occasione dei primi arruolamenti nell’Armata Rossa.

I caucasici questa festa, non ritengono d’uopo festeggiarla, poiché il 23 febbraio di qualche anno dopo, nel 1944, è successo che sono cominciate le deportazioni di massa cui accennai qualche post fa. Avrei voluto anche un attimo approfondire, ma non è argomento di cui amino molto parlare, i caucasici.

Allora mi limito a ricordare che giorni fa è morto Abdulkhakim Ismailov, il soldato russo rappresentato nella foto simbolo della fine della Seconda Guerra Mondiale. Ismailov, a ben guardare, è uno che non ha fatto niente di eccezionale, nel senso, niente di più di tutti gli altri colleghi suoi, a loro volta impegnati in quella cosa poco gradevole che è spararsi addosso.

Si è trovato là, e ha issato una bandiera.

Tipo Enrico Toti, si è trovato là, ha lanciato una stampella, e BAM, botte di vie-e-piazze-enricototi in tuttitalia. Il fatto che Bisnonna Gelsomina sostenesse con argomentazioni convincenti che chillo era scemo, pare non aver influito sull’evoluzione della memoria storica.

Abdulkhakim Ismailov, come suggerisce il nome, era daghestano, cioè era un russiano.

Allora io mi vedo la bandiera sovietica, stretta da mani caucasiche, che sventola fiera sul nazionalsocialismo sconfitto, e poi la bandiera sovietica che un anno prima chissà se sventolava da qualche parte sui vagoni che portavano altre mani caucasiche in tanta malora, e nel ’96 vedo Ismailov che, sempre con quelle mani caucasiche là, riceve un riconoscimento ufficiale dal suo paese.

E alla fine di tutto questo bailamme, resta il pontelungo per gli arruolamenti del 1918. Anzi, resta il pontelungo e basta, che qua degli arruolamenti non gliene può fregar di meno, andiamo al bowling? Magari al giapponese.

E non è che questo post cela un messaggio o vuole arrivare da qualche parte in particolare. È proprio solo che il nonsense, mi incanta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: