voglio quello

Ci ho pensato, ma non mi è venuta in mente neanche un’occasione in cui abbia comprato un accendino per poi, dopo un uso costante, arrivare a finirlo. Non pensavo che fosse neanche possibile. Nel senso, accendini, penne e matite nascono per essere persi, rubati, regalati, dimenticati in fondo a una borsa fino a esplodere in un geyser di inchiostro, nel caso delle penne. Ma finiti, no.

Qua me ne sono portati due, a scanso di equivoci. Il primo, è finito. Evento non compatibile con l’aver appena smaterializzato tre calzini [notabene, tre calzini, non tre paia, sennò non c’è gusto] nel perimetro di una camera grande quanto una scatola da scarpe.

Poi ho capito che è solo l’espressione concreta del mio desiderio fortissimo di non andare dal tabaccaro a dirgli che voglio uno żažigalka.

Annunci
1 commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: