sglaża _ affascino

[ Radio Marshrutka: Gadalka – Svetlana Svetikova ]

Una volta mi hanno detto che qua c’è un proverbio che dice che se gratti Astrachan, sotto ci trovi le radici del mondo. Magari il verbo non era proprio grattare, ma insomma il succo è questo.

Al che prima si guardavano queste foto del nipote della coinquilina kazaka, che è un bellissimo neonato kazako. Ma proprio di un bello che ti tocca ricorrere a quella cosa fastidiosa [sempre, sempre odiata] di quando per spiegare quanto è bello un paesaggio vero dici che sembra un quadro e quanto è bello un paesaggio dipinto dici che sembra vero. Quindi facciamo che il bellissimo neonato kazako era bellissimo come una bellissima bambola cinese [una bellissima bambola cinese uguale uguale a un neonato vero, s’intende].

Si è chiesto allora perché il bambolo, appena sopra i carboni a mandorla, aveva un terzocchio verde. Come quelli degli indiani del subcontinente indiano.

È perché quando nasce un bambino e arriva il circo di gente a vederlo e tutti dicono che bello che bello che bello, poi magari si ammala. Allora il terzocchio, verde o rosso, lo protegge. Manda via la Sglaża, il Malocchio.

Se al bambino proprio proprio gli vuoi fare un complimento, e annullare gli effetti negativi che tu non vuoi, ma magari arrivano lo stesso, devi battere tre volte le nocche sul tavolo. Oppure sputacchiare tre volte, che però è già meno carino.

Questa della Sglaża, è diffusa soprattutto tra i russi-tatari, i russi-kazaki, in generale tra i russi-musulmani.

In Iran anche, c’è una cosa simile. Se qualcuno ti fa un complimento, meglio che gli rispondi sono i tuoi occhi che vedono le cose belle, e sei a posto, specchio riflesso, tiè.

A ben pensarci, c’è anche in Italia, che ogni tanto il Genitore mi chiama e mi fa oh, Staibbene? Maleee? No perché Tizio mi ha chiesto come stavi e allora se stai male t’ha fatto l’affascino stogranfijodena***

Pure Pripadavatiel, quando ci aveva il casino dello stipendio vacante , ha chiamato a casa e si è fatta fare lo Sfascino come regalo di Natale.

Allora facciamo che siamo tutti persone mature, razionali e superiori a queste sciocche superstizioni.

Facciamo anche che il neonato kazako era bellissimo foraffascino.

 

Annunci
6 commenti
  1. matti ha detto:

    in turkia ci si tira il lobo dx in basso skiokkando un bacio e poi si batte tre volte sul tavolo.

  2. LE Toille ha detto:

    e un salto carpiato all’indietro fischiettando singing in the rain. no, mi piace il modo di rispondere ai complimenti, credo che lo adotterò.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: