ahcchebbellucafè

Se vado in giro, mangiare-bere cose non familiari e rinunciare a cose familiari, un problema non è. Eccezion fatta per esso. Nero e amaro, figlio della macchinetta. Che è cosa viva e dotata di volontà propria. Negarlo equivale a non aver mai provato a fare un caffè in casa d’altri, laddove novesudieci l’ospite spiega le beghe annesse alla Sua, di macchinetta, e il modo migliore per trattare con essa e uscirne illesi e con un caffè dignitoso.

Lei l’ho comprata stamattina, per portarla meco. Ci siamo guardate e mi ha detto, Eccomi, sono quella che non ti manderà più in crisi perché borbotto in modo anomalo, o troppo piano, o troppo poco, o troppo a lungo. Io, non sono imperscrutabile. Io, sono quella con il coperchietto trasparente.

la_macchinetta_del_caffè

Amami!

Annunci
4 commenti
  1. palombs ha detto:

    devo dire che sono un po’ contro i coperchietti trasparenti, c’è tanta poesia nell’alzarne uno imperscrutabile.

  2. concordo, ma ho il trauma dei fornelli storpi che se sposti la machine di un millimetro salta tutto..e tutto è bollente

  3. marta ha detto:

    cavolo rosso?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: