archivio

Archivio mensile:ottobre 2009

Qua non arriva niente di quello che deve arrivare. Allora mando io per sapere cosa c’è che non va e perché quel che deve arrivare non arriva, ma anche quel che mando io non arriva là dove deve arrivare. Torna indietro. Inutile specificarlo, mai capitato prima.

Da piccola abitavo a Roma coi miei, e mi piaceva anche un sacco non fosse stato per l’asilo dei trucidoni, ma questo è un altro discorso. Sta di fatto che a un certo punto per casa hanno iniziato a girare un’infermiera giovane e grassissima, che ce n’era bisogno, e un sardo vecchio e secco, che a lei si accompagnava. Mai capito in che rapporti fossero. Sta di fatto che un giorno becco i miei che mettono il sale negli angoli dei nostri metri quadri di abitazione, poi nei metri quadri del luogo-del-lavoro. Insomma l’altro giorno mio padre parlando del più e del meno mi fa che il sardo a un certo punto si è scoperto che sentiva le cose, allora per rendere più chiaro il discorso si alza e me lo imita che va a toccare i muri e con accento ineluttabilmente sardo dice:

Carlo Carlo, io qua vedo solo scheletri.

Devo ancora capire se tutto sommato il sale è servito o no, nel dubbio ne lancio a manciate contro il piccì.

scheletro

Annunci

A meno di non essere un over 70, il tiggì regionale di rai3, non è proprio una cosa che ti strappi le vesti se non lo vedi. In particolare il tiggì del Veneto è sempre stato barbosissimo, almeno così me lo ricordo sette anni fa, quando in casa è approdato il tostapane travestito da decoder. O decoder travestito da tostapane, non si è ancora capito.

E’ un coso messo là per forza che altrimenti in tivù non si vede niente ( la vallata è vallata e l’antenna è decomposta circa dall’Armistizio). Niente abbonamenti, canali base, Al Jazeera, radio (che qua non si sente neanche la radio) e tiggì regione random. La parte che preferisco. Finora si sono alternati regolarmente quelli di Lazio, Piemonte, Lombardia e Campania. Di quest’ultimo, mi rimarrà per sempre nel cuore la notizia degli scout accampati a Ischia a cui qualcuno aveva cercato di dare fuoco nottetempo e che erano lì presenti nell’ambito della manifestazione “Crateri in Festa”. Quando la Sardegna è passata al digitale terrestre ce la siamo beccata per un mese intero. Inquantificabile il numero di servizi dedicato al bestiame. Quando c’è stato il terremoto, per un altro mese solo tiggì Abruzzo. E via così.

Quello del Veneto, mai. Ma proprio mai mai mai. E il Veneto è una di quelle regioni che a meno che non ci scannino qualcuno con efferata brutalità non è che se ne parli più di tanto. Così ieri, arrivandomi in cucina la voce di Gentilini, ho pensato che o ce l’avevo in casa, o l’avevano scannato con efferata brutalità, o dopo secoli stavo prendendo il tiggì giusto. Ma era peggio.

gentilini

"qua ci vuole una trasformazione a centoessessanta gradi, cioè completa."

E comunque alle brutte un posto da traduttrice di istruzioni per lavatrici lo trovo.

Pe’ quanno te lauri te, fanno le lavatrici che se traducheno dassole.

Di sicuro, non su questo pianeta-dimensione-galassia.

Stamane mi svegliai col piede sinistro e pensai che qualcosaoggiandràstortocolvisto. Qualche attimo fa dall’altro capo del telefono l’Arcangelo Gabriele mi disse: signorina, la sagacia magari gliela rendiamo il giorno del Giudizio Universale.

O forse era solo un operatore dell’agenzia a comunicare che il mio invito è scaduto il 27 settembre e il mio passaporto sterilmente parcheggiato a Roma finché non farò qualche acrobazia saltatempo per averne un altro, di invito.

Si inaugurano oggi le rubriche: inbassoadestra crede nel paranormale part-time, e, inbassoadestra sa che la selezione darwiniana interverrà su di lei ben prima dell’arrivo in Russia.

Per la seconda, si accettano scommesse.

Per la partenza prossimaventura, le colleghe di taglio&cucito mi raccomandano caldamente di non portare a casa un fidanzato straniero, il dentista mi raccomanda caldamente di portare a casa un fidanzato petroliere, poi c’è chi esige che mi porti via un contatore geiger e  il resto del mondo mi raccomanda perlopiù di coprirmi che farà freddo freddo freddissimamente freddo.

A parte che sarò a sud sud suddissimamente sud e non farà così freddo, poi di sicuro, non più che nella mia cucina-camera-bagno ogni inverno che Nostro Signore sbatte in terra.

cucina, ottobre. sotto natale il tiramisù fuori dal frigo si conserva splendidamente.

cucina, ottobre. sotto natale il tiramisù fuori dal frigo si conserva splendidamente.